ARGILLA : COME FARE UN IMPACCO

L’ argilla è un ottimo esempio di come Madre natura ci offre le sue risorse per aiutare le problematiche infiammatorie.

Grazie al suo potere d’ assorbimento delle tossine e perché ricca di silicio, è un ottima alleata per molte problematiche.

Le sue indicazioni principali sono :

– alleviare infiammazioni muscolari e dolori reumatici.

antinfiammatoria e antidolorifica (oltre al calore assorbe anche il dolore).

– remineralizzante in quanto riesce a liberare ed assimilare i suoi minerali nei disturbi articolari, dolori da consolidamento post fratture e osteoporosi.

– per distorsioni, caviglie doloranti e gonfie.

L’argilla maggiormente utilizzata per sfiammare è “ l’ argilla verde ventilata “ , che ha una consistenza molto fine, quasi impalpabile. Questo è dovuto a uno speciale trattamento con un potente getto d’aria con cui vengono separati i granuli d’argilla dalla sua polvere più fine.


Preparazione impacco :

tazza in ceramica o ciotola di vetro.

cucchiaio in legno o bambù o ceramica.

– creare un impasto morbido e omogeneo, consistente come la maionese o il dentifricio. Durante il mescolamento non va maneggiato per troppo tempo e va lasciato riposare per qualche minuto.

mettere l’ argilla direttamente sulla pelle nella zona interessata e nello spessore di circa mezzo centimetro, volendo prima di applicare l’ argilla sulla zona interessata si può fare un leggero massaggio con della pomata d’ arnica e artiglio del diavolo.

– coprire l ‘argilla che avete messo nella zona interessata con della carta scottex e poi sopra la carta con un panno di cotone (va bene anche una pezza fatta con una vecchia maglietta di cotone), oppure al posto del panno con una garza di cotone.

non usare la pellicola per avvolgere l’ impacco in quanto non permette il passaggio d’aria e inoltre l’argilla assorbe le tossine della plastica e le trasporta nel nostro organismo.

– lascia l’impacco per almeno 30-60 minuti, fino a un paio d’ore o anche una notte intera.


Non riutilizzare l’ argilla usata per l ‘ impacco perchè contiene le tossine estratte dal corpo.